A chi ci rivolgiamo

Giovani imprenditori agricoli

Imprenditoria giovanile in agricoltura

L'obiettivo della misura è quello di favorire il ricambio generazionale in agricoltura e l'ampliamento di aziende agricole esistenti.
ISMEA finanzia la realizzazione di progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo.

L'ISMEA, a seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID - 19, ha adottato misure straordinarie in favore delle imprese agricole, agroalimentari e della pesca.

vai alle Misure straordinarie in favore delle imprese

L'art. 43-quater del cd. "Decreto semplificazioni" ha previsto che possono essere concesse, per l'INTERO TERRITORIO NAZIONALE, le seguenti agevolazioni: "[...] mutui agevolati per gli investimenti, a un tasso pari a zero, [...] di importo non superiore al 60 per cento della spesa ammissibile, nonché un contributo a fondo perduto fino al 35 per cento della spesa ammissibile. [...]". La disposizione rinvia ad apposito decreto interministeriale le relative misure di attuazione al fine di assicurarne la compatibilità con le agevolazioni previste a legislazione vigente dall'articolo 10 del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185.

Si avvisa che dal 1° marzo 2021, nelle more della definitiva adozione del decreto attuativo, sarà possibile presentare, attraverso il portale dedicato, la domanda di agevolazione.

Ogni domanda sarà istruita e vagliata, a legislazione vigente, seguendo l'ordine cronologico di presentazione quale risultante dalla protocollazione automatica. L'ammissione alle agevolazioni sarà disposta, nei limiti delle risorse disponibili, seguendo l'ordine cronologico di cui sopra, solo a seguito della pubblicazione del richiamato decreto interministeriale.

Tutte le domande convalidate e presenti sull'attuale portale saranno automaticamente riportate nel nuovo portale dedicato nel rispetto dell'ordine cronologico di protocollazione. Si segnala che le domande presenti sul portale in stato di "bozza" saranno cancellate.

 
 
 

 

Carta d'identità del servizio

  1. A cosa serve: favorire il ricambio generazionale in agricoltura ed ampliare aziende agricole esistenti condotte da giovani
  2. A chi si rivolge: micro, piccole e medie imprese agricole organizzate sotto forma di ditta individuale o di società, composte da giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, con i seguenti requisiti:
    1. subentro: imprese agricole regolarmente costituite da non più di 6 mesi con sede operativa sul territorio nazionale, con azienda cedente attiva da almeno due anni, economicamente e finanziariamente sana;
    2. ampliamento: imprese agricole attive e regolarmente costituite da almeno due anni, con sede operativa sul territorio nazionale, economicamente e finanziariamente sane
  3. Caratteristiche dell'intervento
    1. Investimenti fino a 1.500.000 € Iva esclusa
    2. Durata da 5 a 15 anni
  4. Cosa finanzia : progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo, in particolare:
    1. la spesa per lo studio di fattibilità è ammissibile nella misura del 2% del valore complessivo dell'investimento da realizzare; inoltre la somma delle spese relative allo studio di fattibilità, ai servizi di progettazione sono ammissibili complessivamente entro il limite del 12% dell'investimento da realizzare;
    2. le spese relative alle opere agronomiche sono ammissibili per i soli progetti nel settore della produzione agricola primaria;
    3. la somma delle spese relative alle opere agronomiche, opere edilizie e oneri per il rilascio della concessione, ai fini dell'ammissibilità non deve superare il 40% dell'investimento da realizzare;
    4. per le spese di investimento relative al settore della produzione agricola primaria, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli, l'acquisto di terreni è ammissibile solo in misura non superiore al 10% dei costi ammissibili totali dell'intervento da realizzare;
    5. la potenzialità dei nuovi impianti di trasformazione non deve essere superiore al 100% della capacità produttiva, stimata a regime, dell'azienda agricola oggetto dell'intervento.
 
  1. Agevolazioni sull'intero territorio nazionale:
    1. mutuo agevolato, a tasso zero, per un importo non superiore al 60 per cento delle spese ammissibili;
    2. contributo a fondo perduto, per un importo non superiore al 35 per cento delle spese ammissibili.

Per le attività di agriturismo e le altre attività di diversificazione del reddito agricolo saranno concesse agevolazioni in regime de minimis nel limite massimo di 200.000,00 €.

  1. Cosa non finanzia: diritti di produzione, animali e piante annuali, lavori di drenaggio, impianti per la produzione di biocarburanti e per la produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili, investimenti di sostituzione di beni preesistenti, lavori in economia, impianti e macchinari usati, capitale circolante.

In considerazione delle ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, si comunica che è momentaneamente sospeso il ricevimento del pubblico presso gli Uffici di Roma, ubicati in viale Liegi 26.
Le attività di assistenza e di orientamento all'utenza continuano a essere garantite dall'urp da remoto, anche con sistemi di videoconferenza, negli orari previsti.

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico è a disposizione dell'utenza per fornire tutte le informazioni riguardanti l'attività e i servizi offerti dall'ISMEA.

Telefono:
Tel: +39 06 855 68 319
Tel: +39 06 855 68 260

Orari di ricevimento al pubblico:
- lunedì e mercoledì: 9:30-13:30 e 14:30-17:00
- martedì, giovedì e venerdì: 9:30-13:30

Email:

Per comunicazioni, richieste e informazioni scrivere scrivere da un indirizzo di posta ordinaria (non certificata) all'indirizzo e-mail: urp@ismea.it
Per essere contattati direttamente dall'Urp, comunicare via e-mail il proprio recapito telefonico.